11 November 2020

Coppa Davis, Kosmos considera nuovi cambiamenti: "Ci piacerebbe un format di dieci giorni"

Javier Alonso, CEO di Kosmos ha parlato dei piani futuri per la Coppa Davis

Foto Ray Giubilo

Dopo la rivoluzione del 2019, Kosmos Tennis vuole perfezionare la nuova Coppa Davis approfittando dell'anno di stop a causa della pandemia. Il CEO del gruppo Kosmos, Javier Alonso ha parlato dei piani per il futuro: "Abbiamo 24 anni di lavoro davanti a noi ed in collaborazione con l'ITF puntiamo ad ottenere importanti risultati economici, oltre che ad avere più spettatori - spiega Alonso che proprio in questa direzione ha pensato già ad una possibile novità per l'edizione 2021 del torneo - Ci piacerebbe adottare un format che ci permetta di avere due weekend di torneo e di giocare solo il pomeriggio. Ci servirebbero dieci giorni di Coppa Davis per riuscirci". L'obiettivo di questo cambiamento sarebbe aumentare numericamente la partecipazione di pubblico, per stessa ammissione di Kosmos negativa nell'ultima edizione del torneo. Nel 2019 sono stati infatti 133.000 gli spettatori che hanno seguito dal vivo la Coppa Davis, ma spesso, specialmente quando la Spagna non era in campo: il colpo d'occhio sugli spalti risultava insoddisfacente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TUTTO SU ROGER, RAFA E NOLE