MIZUNO WAVE EXCEED TOUR 2 AC

La seconda versione della Wave Exceed migliora quella precedente: comfort, stabilità e presa del terreno. Ma attenzione...
MIZUNO WAVE EXCEED TOUR 2 AC
TennisBest
7 agosto 2016

La seconda versione delle Exceed convince per comfort (assoluto), flessibilità e cushioning. Però attenzione che si adatta soprattutto ai piedi pianta larga.

A CHI LA CONSIGLIAMO
A chi cerca grande leggerezza, comfort estremo sin dalla prima calzata, molta flessibilità e cushioning.

DATI TECNICI
La tomaia è in pelle sintetica con inserti in plastica e maglia traforata: molto, molto flessibile e con una sensazione di estremo comfort. Ma attenzione, si adatta ai piedi pianta larga, altrimenti nella zona dell’avampiede si crea un vuoto fastidioso nel momento di flessione del piede che non viene colmato né da un mezzo numero in meno, né da una soletta più spessa. Da notare i rinforzi laterali e soprattutto il sistema di cushioning nella zona tallonare. La suola è disponibile nella versione all court o specifica per terra battuta.

GIUDIZIO FINALE
In linea generale, una scarpa meravigliosa, degna competitor delle gemelle Asics (Solution e Resolution, alle quali si aggiungerà a dicembre un terzo, pare rivoluzionario, modello): appena calzate, capisci subito che stai calzando qualcosa di livello molto alto: nessun periodo di adattamento, il comfort è assoluto dal primo passo: “Pare di non averle ai pedi” è il giudizio unanime. Si vede che hanno sfruttato tutte le conoscenze del settore running per rendere la scarpa leggera, flessibile e confortevole, al punto che qualcuno dubita della resistenza (ma questo lo appureremo dopo un paio di mesi di test intensi).
Però, quel che più conta è che appena infilata ai piedi, ti muovi che è una meraviglia: gli ammortizzatori fanno il loro dovere sul duro, la suola “grippa” perfettamente al terreno, i cambi di direzioni sono ottimi e la flessibilità nello scatto aiuta. La stabilità è più che soddisfacente e, in generale, trovare un difetto è complicato.
Tutto ciò se avete i piedi... a pianta larga. Già a occhio nudo, si nota la differenza rispetto a modelli più affusolati e neutri, come la Asics Gel Solution Speed, ormai il punto massimo di riferimento del mercato. Chi ha il piede troppo stretto, pur cercando di adattarsi con solette o mezzo numero in meno, finisca per ritrovarsi un vuoto nella parte anteriore che diventa fastidioso, se non proprio dannoso.
Credo che a breve, come le aziende di racchette creano lo stesso modello in due, tre pesi differenti, anche quelle di calzature dovranno magari limitare il numero di modelli (o di colori) disponibili, ma offrire sia la scarpa a pianta stretta sia quella a pianta larga, perché dal piede possono partire tanti problemi fisici e trovare la scarpa giusta è un aspetto fondamentale.
Va poi considerato che anche in termini di lunghezza ci sono differenze tra un marchio e l’altro. Per esempio, estraendo la soletta interna, quella della Mizuno misurava 29,7 centimetri per un 44,5 contro i 49,2 centimetri per una misura 45 di Asics Gel Solution Speed (misurazione effettuata con micrometro Mitutoyo). Questo vuol dire che per scegliere la misura corretta...bisogna provarle. Decidere poi se acquistarla in negozio o sul web (dove talvolta si trovano prezzi più competitivi) sarà una vostra scelta.
Infine il prezzo, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 119 euro.

LO STILE
Un passo avanti rispetto alla versione precedente. In realtà, il modello con base arancione convince poco (visto che in Italia si gioca soprattutto sulla terra rossa). Decisamente meglio quello con base blu e nera e inserti verdi e arancioni e logo bianco: cattiva e agonistica.

IN CAMPO
Lorenzo, 44 anni, classifica 3.5
Appena calzate mi son detto: “Ecco una scarpa che non mi toglierei più! Confortevole, ottimo cushioning. Piccolo problema: nel mio solito 45 navigavo e soprattutto inizavo a capire che si trattava di una calzatura adatta ai piedi pianta larga (e il mio è abbastanza strettino). Provo col 44,5 e una soletta Noene AC2 numero 45. Tutto sembra filare liscio. Poi in campo, quando scatti, nella flessione del piede avverti sempre che la pianta è troppo larga per un piede stretto.
 
Luca, 50 anni, classifica 4.1
Fantastica! Semplicemente, fantastica! Comfort iniziale ideale, ottima ammortizzazione, una pantofola, non ti sembra nemmeno di averla ai piedi. Quasi quasi ci correrei pure le mie maratone! Tiene bene nei cambi di direzione e “prende” ottimamente il terreno. Io ho la pianta decisamente larga e quindi, nessun problema. Meglio delle Asics Gel Solution Speed? Difficile fare paragoni fra due modelli così performanti. Diciamo che se in un negozio trovo una e non l’altra, prendo quella che ho trovato.
 
Tiziano, 25 anni, classifica 3.4
Beh, mi piacciono le scarpe leggere, quelle prestate al tennis dal running e questa Mizuno è perfetta. Super flessibile, mi muovo rapido senza nessun periodo di adattamento. Avverto decisamente il cushioning e il comfort ne beneficia. La trazione è ideale, le protezioni laterali, del tallone e del tendine ottimali. Resta qualche dubbio sulla tenuta di una tomaia così morbida, ma questo ce lo dirà solo il tempo e il numero di ore giocate prima che inizino a lasciarsi andare.

Paolo, 29 anni, classifica 3.2
Non sono un longilineo e gioco parecchio sul cemento. Generalmente evito le scarpe troppo leggere perché non mi danno sufficiente sensazione di protezione, soprattutto nei cambi di direzione. Sembra quasi che il piede possa restare là, attaccato al cemento. Ecco, questa sensazione con queste Mizuno non l’ho mai provata: il forte cushioning (che sul “duro” è una manna) non impedisce di “sentire” il terreno. Il comfort, quello è assoluto.

Giovanni, 19 anni, classifica 3.5
Per me la scarpa deve essere leggera, super confortevole e aiutarmi negli scatti. Mi son piaciute le Jet della Babolat, adoro le Gel Speed della Asics, non potevano che piacermi anche queste Mizuno. Per fortuna al tendenza è andare su scarpe leggere: quelle stile “carro armato” non fanno per me. E se non durano altrettanto? Sempre problemi di papà.

MIZUNO WAVE EXCEED TOUR 2 AC
Sposta